AMERATA POLIFONICA SICILIANA Wine Notes 2018 – dal 18 marzo al 3 giugno CLUSTER DOC ENSEMBLE Per la prima volta a Catania l’esecuzione de Les Chansons de Bilitis di Claude Debussy

CAMERATA POLIFONICA SICILIANA
Wine Notes 2018 – dal 18 marzo al 3 giugno
CLUSTER DOC ENSEMBLE
Per la prima volta a Catania l’esecuzione
de Les Chansons de Bilitis di Claude Debussy
Il programma della serata si apre con l’esecuzione dei poemetti di Pierre Louÿs
musicati dal compositore francese in modo che fosse la stessa parola a farsi musica, in chiusura spazio alla cultura ispanica con Piazzolla e Lorca

“Jouer La Musique”, Museo Diocesano, Catania domenica 8 aprile, ore 19
Ingresso: € 10, ridotto over 65 € 8, studenti € 5
www.cpsmusic.com
Musica e parole per il secondo appuntamento di Wine Notes 2018, la stagione cameristica della Camerata Polifonica Siciliana, di cui è presidente il musicologo Aldo Mattina, impaginata dal direttore artistico Giovanni Ferrauto all’insegna dell’eclettismo,che coniuga la musica colta e ricercata alle tipicità del territorio.
Domenica 8 aprile alle ore 19 alla Pinacoteca del Museo Diocesano di Catania si terrà il concerto “Jouer La Musique” del Cluster Doc Ensemble, formazione che presenta un insieme di strumenti complessi e particolari.
L’Ensemble, composto da Orazio Carrara alla chitarra, Rosario Gioeni alla marimba, Alessandra Marino al flauto, Alessia Serina Pinto al saxofono, Matilde Verdiana Pinto all’arpa, Giuseppe Sarro al violino, Alessandro Spinnicchia al pianoforte e il soprano Chiara Vyssia Ursino, sarà accompagnato dalla voce recitante di Enrica Mallo per un programma che ha dello straordinario, perché di rarissima esecuzione.
Per la prima volta a Catania domenica saranno eseguite alcune de Les Chansons de Bilitis di Claude Debussy, ovvero i poemetti di Pierre Louÿs (spacciati dall’autore come una sua traduzione dal greco antico) musicate dal pianista e compositore francese. Dei primi tre poemetti che Debussy musicò nella forma di liriche per canto e pianoforte, sarà eseguito La flute de Pan nella trascrizione di Ferdinando D’Urso per voce ed ensemble, a cui seguiranno i 12 brani nati successivamente dall’adattamento in forma scenica de Les Chansons de Bilitis per il Théatre des Variétés.
Qui Debussy affida l’enunciazione delle liriche – per lo più dedicate all’amore saffico e all’erotismo – a una voce recitante intorno alla quale gli strumenti intessono brevi e intensi interventi che incorniciano le composizioni poetiche di Louÿs facendo emergere tutta l’intensità espressiva della parola, che si trova così al centro dell’esperienza artistica senza che sia mai coperta dalla musica, ma appena velata.
Dal punto di vista meramente musicale, il ciclo si compone di una serie di miniature – in cui il flauto gioca un ruolo essenziale- che si pongono all’ascolto in modo simile ai frammenti di musiche arcaiche. Ne Les Chansons de Bilitis è la parola stessa a farsi musica: voce recitante e strumenti costituiscono i due elementi inscindibili di un’unica esperienza sonora ed espressiva.
Il programma della serata prosegue sulla scia delle atmosfere greche con Calispera di Ferdinando Curinga, scritta in grecanico, per poi cedere il passo a un’ampia sessione dedicata alla cultura ispanica con Astor Piazzolla e due brani dalle Canciones españolas antiguas di Federico Garcia Lorca: “Nana de Sevilla”, nella libera elaborazione di Giovanni Ferrauto, e “Zorongo”, dall’inconfondibile stile andaluso, rielaborata da Mattia Cavallaro.
Secondo la formula di Wine Notes 2018 anche in occasione di questo concerto il pubblico avrà l’opportunità di conoscere un prodotto dell’enologia locale attraverso la degustazione di un calice di vino che sarà accompagnato da un petit buffet.

La stagione Wine Notes 2018 è organizzata con il patrocinio di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; Regione Siciliana – Assessorato Turismo, Sport, Spettacolo;
Comune di Catania e Museo Diocesano di Catania

JOUER LA MUSIQUE
Cluster Doc Ensemble
Orazio Carrara chitarra, Rosario Gioeni marimba, Alessandra Marino flauto, Alessia Serina Pinto saxofono, Matilde Verdiana Pinto arpa, Giuseppe Sarro violino, Alessandro Spinnicchia pianoforte, Chiara Vyssia Ursino soprano
Con Enrica Mallo voce recitante

PROGRAMMA
Camille Saint-Saens (1835 – 1921)
Une flute invisible
per voce, flauto e arpa

Claude Debussy (1862 –1918)
Les Chansons de Bilitis
musiche di scena
per voce recitante strumenti

La flute de Pan (trascrizione di Ferdinando D’Urso)
per voce ed ensemble

Akita Yuyama (1932)
Divertimento
per sax contralto e marimba

Heitor Villa-Lobos (1887-1959)
Sextuor Mystique

Ferdinando Curinga (1939)
Calispera
per voce e arpa

Astor Piazzolla (1921-1992)
Invierno Porteno

Piazzolla-Ferrauto
Café 1930

Federico Garcia Lorca (1898 – 1936)
dalle Canciones españolas antiguas
Nana de Sevilla (libera elaborazione di Giovanni Ferrauto)
Zorongo (libera elaborazione di Mattia Cavallaro)

WINE NOTES 2018
Informazioni e prenotazioni tel. 3920889640
Museo Diocesano, via Etnea n. 8 – Catania
Inizio concerti ore 19
Prevendita online boxoffice.cpsmusic.com
Biglietti: intero € 10, ridotto over 65 € 8, studenti € 5

Visite: 167

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI