AlKantara Fest: XIII edizione

Alkantara Fest XIII Edizione
Catania, Zafferana Etnea, San Giovanni La Punta, Acireale

Subhira Grupo, oltre ogni frontiera
Fondono tradizione e sonorità progressive i musicisti cileni che sabato 29 luglio al Castello Ursino di Catania aprono la XIII edizione della rassegna internazionale di musica folk e world organizzata da Darshan e diretta da Mario Gulisano
29 luglio 2017, Catania, Castello Ursino
Inizio concerto ore 21.30, ingresso € 5,00
www.associazione-darshan.it
Parola d’ordine “contaminazione”, perché la forza della musica trascende barriere e frontiere. Dal 29 luglio al 27 agosto torna l’appuntamento con l’Alkantara Fest, la rassegna itinerante nel territorio della Città metropolitana di Catania, giunta alla sua XIII edizione che ha fatto della world music la sua cifra stilistica, ma anche l’ingrediente principale di una ricetta culturale vincente. Il Festival, organizzato dall’Associazione Culturale Darshan e diretto a Mario Gulisano, si propone di far conoscere e diffondere una cultura musicale “altra”, attraverso il coinvolgimento di artisti internazionali del folk e della world music. «La musica emigra e trascende le frontiere – dice Mario Gulisano – ogni uomo che viaggia porta con sé un sistema complesso di linguaggi, di segni, arriva con un ritmo, una melodia, un orecchio che ascolta diversamente le nostre città e con un patrimonio acustico che contribuisce all’arricchimento del nostro paesaggio sonoro. La musica è metafora dello stare insieme tutti, dalla parte dei giusti, con la speranza di un futuro migliore».
Si comincia sabato 29 luglio al Castello Ursino di Catania con la formazione cilena dei Subhira Grupo (world music e contaminazioni) i quali mescolano sonorità colte con il genere progressive dettato dall’uso dell’Hammond e del Moog da parte del leader e fondatore Rodrigo Cepeda “Subhira” polistrumentista che si divide tra tastiere, didgeridoo, trutruka (strumento ad aria della tradizione Mapuche), e composizione. Con lui suonano Danka Villanueva al violino, Juan Ángel Muñoz al violoncello, Emai Cepeda alla batteria e per questo tour si aggiunge Esteban Cruz alle percussioni, un musicista che vanta comunque una decennale collaborazione con Subhira.
Il concerto comprende una messa in scena visiva e mescola alle culture musicali indigene elementi contemporanei e d’avanguardia. I Subhira sono usciti lo scorso 23 giugno con il loro quattordicesimo album dal titolo “Sanctuario Sónico”, prodotto da Mundovivo. In questo album i Subhira reinterpretano alla loro maniera brani di varie epoche. Due gli inediti dell’album, “Homenaje”, dedicato ad Astor Piazzolla, e “Celta” realizzato in a metriche dispari di sviluppo modale. Poi ci sono, tra gli altri, versioni personalizzate di brani della tradizione latina come “Tonada”, dedicata al batterista cileno Gabriel Parra scomparso quasi 30 anni fa, “Tambo”, “332”, “Saya de los Tiempos” e “Andino”. I Subhira hanno portato in tour questo concerto sia in Cile sia in Europa prendendo parte a festival come Lotus Fest in Germania, Babel Sound in Ungheria e ora Alkantara Fest in Italia. «Lo spettacolo -, annunciano i Subhira – ha un punto forte nella messa in scena, grazie ad un lavoro di videomapping. La caratteristica è la stessa che ha contraddistinto il gruppo negli anni, ovvero lo sforzo di condividere le creazioni musicali con grande rispetto per le culture indigene della nostra terra, incorporando anche elementi contemporanei e d’avanguardia».
Il leader e fondatore Rodrigo Cepeda “Subhira” è nato a Santiago del Cile nel settembre 1969. Laureato alla Modern School of Music con lode ha ottenuto anche un master in composizione all’Università del Cile. Ha composto musica acustica, elettronica, sinfonica, da camera, contemporanea e popolare. Ha composto e prodotto musica originale di decine di programmi televisivi, documentari, film, cortometraggi, teatro, balletto e spettacoli. Nel 1993 ha fondato Mundovivo, etichetta indipendente che ha prodotto più di 40 album. E’ professore di composizione all’Università cilena di Musica Moderna, produce e conduce lo show radiofonico “Mundovivo, Música para Vivir Mejor” in una delle più grandi radio in Cile (ADN).
XIII Alkantara Fest – Programma
L’Alkantara Fest gode del patrocinio e il contributo della Regione Siciliana – Assessorato Turismo Sport e Spettacolo, del Comune di Catania, del Comune di Acireale e del Comune di San Giovanni La Punta. Hanno collaborato alla realizzazione del Festival: MediaEvent (Hungary), Babel Sound (Hungary), Associazione Areasud, Associazione Il Tamburo di Aci, Associazione Vita 21, Associazione Gammazita e l’Azienda Agricola Il Pigno. Media partner: Lineatrad Folk Television.
I concerti di Alkantara Fest avranno inizio tutti alle ore 21.30.
L’ingresso è libero ad eccezione dei concerti previsti al Castello Ursino di Catania e all’Azienda Agricola Il Pigno di Zafferana Etnea, il cui costo d’ingresso è di 5 euro.
Per informazioni e prenotazioni 349 5149330 e info@associazione-darshan.it
29 luglio – Catania, Castello Ursino
Subhira Cuarteto (Cile)
Rodrigo Cepeda “Subhira” tastiere, didgeridoo, trutruka e composizione; Danka Villanueva violino; Juan Ángel Muñoz violoncello; Emai Cepeda batteria, Esteban Cruz percussioni
Ingresso € 5

3 agosto – Pisano- Zafferana Etnea, Azienda Agricola Il Pigno
Laura Cortese & The Dance Cards (USA)
Laura Cortese voce, Valerie Thompson voce e violoncello, Jenna Moynihan voce e violino
Ingresso € 5

6 agosto – Catania, piazza dei Libri
Cirkusz-Ka (Ungheria)
Anna Szlávics voce e songwriting, Tamás Rock chitarra e composizioni, Tamás Géza Szalay contrabbasso e Gábor Clemente strumenti a percussione
Ingresso gratuito

10 agosto – San Giovanni La Punta, Anfiteatro comunale
Himmerland (Scandinavia/Ghana)
Eskil Romme sassofono, Morten Alfred Høirup chitarra, Ditte Fromseier violino, Andrzej Krejniuk basso e Ayi Solomon percussioni
Ingresso gratuito

11 agosto – Catania, Castello Ursino
Arama Ensemble (Italia)
Chiara Trapanese voce e percussioni, Elio Pugliese fisarmonica e voce, Laura Francaviglia chitarre, percussioni e voce, Olivia Bignardi clarinetto, Daniele Gozzi contrabbasso
Ingresso € 5

12 agosto – Acireale, piazza Duomo
Francesca Incudine (Sicilia)
Ingresso gratuito

25 agosto – Acireale, piazza Duomo
Chalaban (Marocco)
Ingresso gratuito

27 agosto – Catania, Castello Ursino
Chalaban (Marocco)
Ingresso € 5

Visite: 223

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI