Al via “Contemporaneo Sensibile”, Danza – Teatro – Musica

CONTEMPORANEO SENSIBILE

// another look

danza-teatro-musica

novembre – dicembre 2016

primo step

POZZALLO

SANCATALDO

ENNA

SERRADIFALCO

ideazione e realizzazione ESTREUSA// CAPUANTICA FESTIVAL

in collaborazione con TEATRI DI PIETRA SICILIA / CIRCUITO DANZA LAZIO

AMICI DELLA MUSICA SALVATORE CICERO

e il patrocinio dei Comuni di Pozzallo – San Cataldo – Serradifalco

 

COMUNICATO – con preghiera di pubblicazione

Dal 29 novembre riparte da Pozzallo, Contemporaneo Sensibile, la rete culturale indipendente che ha riunito le istanze e i progetti di numerosi territori della Sicilia.

Il programma del primo step prevede quattro appuntamenti : con “ELENA // simulacro e Impostura” – opera che attraverso la figura del mito affronta il tema della finzione e della rappresentazione e che ha debuttato il maggio scorso al RISO -Museo d’Arte contemporanea della Sicilia, è prevista a Pozzallo il 29 novembre al Cine Teatro Giardino, il 30 novembre al Teatro Marconi di San Cataldo e il 1 dicembre al Cine Teatro Grivi di Enna.

A Serradifalco al Teatro Antonio De Curtis, il 2 dicembre, verrà presentata in anteprima, “MINIMALIA//elogio del disordine” , uno spaccato tragicomico sulla condizione del teatro e della cultura in Sicilia attraverso la vicenda di una piccola compagnia.

CALENDARIO

mar 29 nov ore 11,00

POZZALLO – Cine Teatro Giardino

ELENA// simulacro e impostura

mer 30 nov ore 21,00

SANCATALDO – Teatro Marconi

ELENA // simulacro e Impostura

gio 01 dic ore 21,00

ENNA – Cine Teatro Grivi

ELENA// simulacro e impostura

ven 02 dic ore 21,00

SERRADIFALCO – Teatro A.De Curtis

*a n t e p r i m a

MINIMALIA // Elogio del Disordine

 

 

 

info&prenotazioni:

contemporaneosensibile16@gmail.com /
whatapp 333 709 7449

http://contemporaneosensibile.blogspot.it/

indirizzi:

POZZALLO – Cine Teatro Giardino : Corso Vittorio Veneto – Pozzallo (Ragusa)

SANCATALDO – Teatro Marconi : Via Caltanissetta, 10 – San Cataldo ( Caltanissetta)

ENNA – Cine Teatro Grivi – Piazza Ghisleri, 5 – Enna

SERRADIFALCO – Teatro A.De Curtis – Via Cavalieri di Vittorio Veneto – Serradifalco ( Caltanissetta)

ideazione e realizzazione ESTREUSA// CAPUANTICA FESTIVAL

in collaborazione con TEATRI DI PIETRA SICILIA / CIRCUITO DANZA LAZIO/ AMICI DELLA MUSICA SALVATORE CICERO

e il patrocinio dei Comuni di Pozzallo – San Cataldo – Serradifalco

Programmi

mar 29 nov POZZALLO – Cine Teatro Giardino

mer 30 nov SANCATALDO – Teatro Marconi

gio 01 dic ENNA – Cine Teatro Grivi

ELENA – SIMULACRO E IMPOSTURA

tratto e ispirato da Euripide, Stesicoro,Goethe

ideazione e drammaturgia Aurelio Gatti

con Raffaele Gangale , Carlo Greca, Luna Marongiu

Il crescente rapporto tra realtà e finzione nel mondo d’oggi, o meglio la straordinaria capacità

della finzione di diventare realtà, emerge con forza dalla produzione artistica del nuovo secolo.

Da una società in cui le finzioni sorgevano dal mutamento fantasioso del reale, si è passati a una

società in cui è la realtà ad alimentarsi della finzione.

«Le finzioni del giorno d’oggi sono dunque più ambigue che ambivalenti: esse non sono né menzogne né creazioni. Proprio per questo temibili, non si distinguono radicalmente né dalla verità né dalla realtà, ma intendono sostituirvisi» (Augé )

E quindi… Elena rovina delle navi, dei guerrieri e delle città, o vittima di Eros e Logos? Elena

tessitrice d’inganni o Elena bambina? I molteplici volti di Elena attraverso le voci delle fonti antiche e le parole di chi l’ha accusata e difesa. In un avvicendamento di toni e figure contrastanti, la figura di Elena si svela mostrando i molti volti della sua seduzione, la sua multiforme bellezza. Una, due, tre, molte Elene, colpevoli o vittime, innocenti o infami per colpa o per destino.

Con Elena si pone la questione dell’immagine che costituisce di fatto un doppio e di una esistenza

autonoma dell’immagine stessa.

Elena dunque scompone se stesssa in corpo e nome e sa di avere un simulacro concesso in vece

sua al figlio di Priamo, condizione che la porterà talvolta a identificarsi con il simulacro stesso che

perdurerà il tempo necessario per adempiere quanto stabilito dal destino .

Ci si può chiedere quale delle due sia la Elena autentica: Elena nel corpo fisico o il suo simulacro

vivente e quali siano le conseguenze della prima e della seconda nella vita degli uomini…

Si potrebbe intuire infine che esistono tre Elena : Elena in persona, ossia nel suo corpo fisico, il suo

nome e il suo eterico simulacro, che ha danneggiato il nome di lei e una terza, altra, autonoma e in

grado di alimentare la realtà. Non un gioco di specchi, nè questione dell’immaginario femminile,

quanto la tragedia di una trinità , ormai , estranea in ogni sua parte.

ven 02 dic – SERRADIFALCO – Teatro A.De Curtis

– anteprima –

MINIMALIA

Elogio del disordine

da Petrokos Usaja

ideazione e drammaturgia Aurelio Gatti

con Raffaele Gangale , Carlo Greca, Luna Marongiu

“…. Strana libertà di questo Teatro libero conquistato da scenografie minimali che pretendono di essere vere o per lo meno di suscitare sentimenti reali.

Assopimento dello spirituale morale dell’immaginazione e del meraviglioso, avvilimento del linguaggio” questa l’arringa del vecchio attore contro il teatro a lui ostile o forse precluso. Di contro l’ironica e talvolta sarcastica risposta della giovane a sua difesa: l’attore anima la propria persona non più personaggio…

Il drastico giudizio del vecchio “per permettere al pubblico di essere un voyeur”.

Il Teatro finisce con il perdere la propria verità a favore di un’esattezza e di una verosimiglianza al reale che uccide e abolisce per sempre l’illusione….

Attraverso un precipitare di eventi e rapide citazioni della Tragedia come della commedia la riflessione di come il teatro aiuti a spiegare a se stesso ed agli altri perché si ama, si soffre, si vive e si muore…

Durante la messinscena di un improbabile Pirandello/Martoglio irrompono fatti e misfatti di una compagnia, catapultando lo spettatore in un comico intreccio di equivoci… alla fine il teatro resiste come un divino Anacronismo.

produzione Mda Produzioni Danza

Visite: 308

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI