“Aiutiamo i diversamente abili a fare nuove attività”: la Pasqua solidale della confraternita del Cuore di Gesù

Sono stati tra i primi ad attenzionare il tema del femminicidio a Enna, i primi a presentare alla città le attività dell’associazione Samot (per le cure palliative ai malati terminali), sposando i progetti umanitari all’arte e la devozione della Settimana santa alla solidarietà. Sono i confrati del Sacro Cuore di Gesù che quest’anno hanno stupito gli ennesi con un’istallazione da record posta il venerdì santo sulla scalinata ai piedi della chiesa di Santa Maria del Popolo (una gigantografia sulla passione di Cristo di 5 metri per 3 a firma degli allievi del liceo artistico Cascio e un’enorme croce illuminata) dedicata ai diversamente abili. “Ma il nostro non è un intento puramente estetico – tiene subito a precisare il rettore Fabio Garofalo – noi stiamo mettendo in atto azioni concrete, vogliamo raccogliere fondi per regalare ai diversamente abili la possibilità di fare ippoterapia, musicoterapia e attività in piscina”.

Con lo slogan “Tutto parte dal cuore”, i confrati dalle mantelline rosso damascato hanno deciso di accendere i riflettori sui quei fratelli e quelle sorelle che la politica sembra voler mettere da parte, come dimostrano le cronache nazionali e regionali, e lo hanno fatto stringendo una collaborazione con l’Aias Enna. “Lo dobbiamo a quelle persone che ci insegnano il senso vero della vita – afferma Garofalo – e come confrati non possiamo fermarci alle nostre bellissime processioni, dobbiamo andare oltre, la Pasqua ad amare oltre ogni misura”.

Nell’esposizione, realizzata con materiali riciclati e ospitata nei locali della chiesa di Santa Maria del Popolo, le opere d’arte si accompagnano a manifesti di diversamente abili in percorsi di sostegno. Le donazioni per la mostra solidale sono aperte sino alla messa delle 11.30 di domani.

“Il nostro progetto adesso – anticipa Garofalo – è trasformare tutta via Vittorio Emanuele in una galleria d’arte”.

Mariangela Vacanti

Visite: 339

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI