Aiuti alle popolazioni colpite dal sisma: Don Giuseppe Rugolo “Una iniziativa di solidarietà che coinvolga tutta la città di Enna”

Il mondo delle associazioni, dello sport e della chiesa del capoluogo in rete per una importante mobilitazione generale, raccogliere fondi per aiutare le popolazioni colpite dal sisma. Ovvero sport e solidarietà uniscono. E lunedì prossimo dalle 20,30 alla chiesa di Valverde un momento di preghiera ed un appello a tutta la città a contribuire a questa nobile iniziativa. A mettere insieme i due valori per un fine comune è Don Giuseppe Rugolo giovane prete vice parroco del Duomo che nel pomeriggio di giovedì scorso ha in fretta e furia convocato una riunione tra diverse associazioni per avviare delle iniziative in favore delle popolazioni colpite dal terremoto. “Ho preso spunto dall’iniziativa promossa dalla formazione di Rugby della nostra città per raccogliere dei generi di prima necessità – spiega così lo ho chiamati ma ho fatto la stessa cosa con altre che stavano promuovendo altre iniziative simili come il Motoclub Henna Centauri, l’Enna calcio, l’Avis, gli Scout per attivare una iniziativa comune. E pare che la cosa possa essere fattibile”. Già nella serata di giovedì i rugbisti hanno raccolto beni presso il campo di atletica leggera di Enna bassa, ieri mattina la medesima cosa hanno fatto i ragazzi dell’associazione parrocchiale 360 e gli Scout mentre per tutta la giornata odierna i soci del Motoclub Henna Centauri alla Galleria Civica farà la medesima cosa. “Domenica in occasione della chiusura dei festeggiamenti di Maria Santissima di Valverde al termine della processione dal palco lancerò un appello a tutta la cittadinanza – continua Don Rugolo – in modo da invitare tutti, rappresentanti di associazioni di volontariato, giovanili a vario titolo, sportive, di categoria e quant’altro a partecipare al momento di preghiera e di organizzazione di una iniziativa comune che terremo lunedì dalle 20,30 all’interno della chiesa di Valverde. Sarà un momento molto importante per la nostra comunità – conclude – è proprio in momenti come questi che una comunità si mette insieme in tutte le sue più belle ed importanti componenti per fare fronte comune. E’ in questi momenti che si deve ritrovare lo spirito solidaristico che da coraggio a rialzarsi a che è caduto ed andare avanti”.

Visite: 587

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI