Aidone tutto pronto per l’evento “Tra mito e storia….Morgantina rivive”

Tutto pronto per l’evento “Tra mito e storia … Morgantina rivive”
La città della Dea torna a popolarsi per un weekend straordinario
Torna il mito di Morgantina tra i suoi suggestivi resti archeologici. E torna la manifestazione che trasforma, per un fine settimana, il sito archeologico che ha restituito tesori invidiati da tutto il mondo come la Dea e la testa di Ade, in una cittadina di epoca greca.
Appuntamento il 5 e 6 agosto nell’ area archeologica di Morgantina, da cui provengono alcuni tra i tesori dell’arte greca più noti al mondo e restituiti all’Italia dopo un lungo e delicato lavoro diplomatico.
Attori speciali faranno rinascere la gloriosa città di Morgantina: saranno i residenti di Aidone a interpretare i loro antenati e regalare ai visitatori il sogno di passeggiare tra le strade della polis greca, osservandone gli abitanti, scoprendone le abitudini e imparandone i segreti.
Morgantina sarà infatti ricostruita nei minimi dettagli grazie a un lavoro certosino curato da esperti e storico che ridarà vita all’agorà: la piazza dove si svolgevano i momenti più importanti della quotidianità; e poi ancora il Macellum romano, ovvero una sorta di grande mercato che si ripopolerà di botteghe e clienti.
Il primo weekend di agosto il sito si animerà così di fascino antico grazie alla manifestazione culturale promossa dall’Archeoclub “Aidone-Morgantina” con il sostegno del Comune di Aidone e del Polo Regionale di Piazza Armerina, Aidone ed Enna per i siti culturali e
degli Assessorati Regionali al Turismo e ai Beni Culturali e per questo inserita fra gli eventi di “Anfiteatro Sicilia”
L’Archeoclub Aidone-Morgantina ha ideato e voluto questa manifestazione fin dall’anno 2005 quando venne celebrato il Cinquantesimo anniversario dalla prima campagna di scavo ufficiale nel sito della città di Morgantina, intrapresa dalla missione archeologica americana dell’Università di Princeton – all’epoca diretta da Erik Sjoqvist e Richard Stillwell e più recentemente da Malcolm Bell III e Carla Antonaccio.
La manifestazione è ogni anno molto apprezzata da migliaia di turisti provenienti da tutta l’Italia e da vari Paesi dell’Europa che vogliono immergersi nell’atmosfera sospesa nel tempo che l’antico sito archeologico regala con le sue vestigia.
Gli spettatori, accolti a gruppi, sono guidati lungo il percorso assistendo alle brevi drammatizzazioni ispirate scrupolosamente al patrimonio culturale classico.
L’ingresso al sito di Morgantina nelle ore della manifestazione (dalle 18 circa, alle 21.30) è gratuito.
L’evento ha lo scopo di far conoscere e valorizzare il sito archeologico e rappresenta un fattore per la crescita di consapevolezza dell’immenso patrimonio storico-culturale di Morgantina, nonché per l’incremento del turismo colto . Lo spettacolo di animazione coinvolge i cittadini aidonesi ( ma anche dei paesi limitrofi) come attori-figuranti, alcuni dei quali, in vista dell’importante evento, frequentano un laboratorio teatrale, promosso dalla stessa associazione.
Ogni anno viene messo in scena un tema diverso, la tredicesima edizione proporrà: “Echi Nostalgici”.
Il Nostos non è solo viaggio di ritorno che determina la nostalgia per la patria, ma metafora della vita e quindi dolore, mancanza, perdita, desiderio di ricongiungimento, ricerca di sé, tensione di conoscenza.
Alla nostalgia di Ulisse per la patria si alterna quella di donne, le Heroides – le eroine di Ovidio- che, abbandonate o tradite, scrivono lettere d’amore o di dolore a mariti e innamorati, esse a causa di forza maggiore hanno dovuto rinunciare agli affetti più cari.
Ma la nostalgia, quale desiderio sofferto di tornare a casa, diventa anche lo sprone per la ricerca di una nuova terra e quindi la riconquista di valori perduti
(la pièce all’Ekklesiasterion ,con il consueto dibattito fra buleuti o senatori, verterà sul tema
dell’accoglienza)
Le voci di rabbia e sconforto lasceranno il posto a vivaci spaccati di vita quotidiana che animeranno le botteghe del Macellum brulicanti di mercanti e compratori.
Infine un suggestivo momento corale al Teatro, concluderà la manifestazione.
Alessandra Mirabella
Presidente Archeoclub d’ Italia Onlus sede “Aidone-Morgantina”
“Voglio esprimere le mie congratulazioni all’Archeoclub d’Italia, sezione di Aidone, per aver organizzato la manifestazione in modo impeccabile come negli anni precedenti – ha commentato l’assessore Serena Schillirò – e per riuscire ad innovare ogni anno l’evento sia nel tema che nel coinvolgimento dello spettatore, che durante il percorso nel suggestivo sito archeologico di Morgantina, si trova immerso in una realtà di migliaia di anni fa. Un ringraziamento anche alla Presidente, al regista e alle centinaia di figuranti che ogni anno donano il loro contributo alla valorizzazione del nostro territorio”.

Visite: 226

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI