Agroalimentare; la Proseme ad Agra Fair 2016 a Plovdiv in Bulgaria

Dal 24 al 28 Febbraio si e’ svolta a Plovdiv in Bulgaria l’edizione 2016 di AGRA FAIR, una manifestazione destinata al comparto agricolo che richiama gli operatori del settore oltre che dalla Bulgaria, anche dei paesi limitrofi GRECIA , TURCHIA, ROMANIA.

La Proseme, rappresentata dal suo amministratore delegato Roberto Angileri, anche quest’anno in partnership con la ditta AGRIS BULGARIA con sede a Sofia, ha presentato nel proprio stand il nuovo catalogo varietale.

La Bulgaria, da poco tempo entrata a far parte della comunità europea, trarrà vantaggio dagli aiuti comunitari previsti e questa evoluzione è stata molto evidente in Fiera, ove parecchi espositori, anche Italiani, hanno puntato a presentare i loro prodotti in un mercato vergine, ove il comparto necessita di nuova meccanizzazione da campo ed industriale, di sementi e di concimi e fitofarmaci all’avanguardia.

L’interesse di Proseme è quello di iniziare un progetto di sviluppo sul grano duro, nel sud della Bulgaria nella zona della Tracia, la cui produzione possa essere disponibile per i mercati greci e turchi, che nel settore di produzione di pasta secca industriale, sono attori primari nel mondo. Il costo di produzione del grano è tra l’altro molto competitivo in considerazione che i servizi ed il costo della manodopera in Bulgaria sono ancora bassi. Un enorme sforzo lo devono fare le aziende agricole che da anni hanno lasciato i terreni incolti per mancanza di liquidità. Infatti si assiste ad un notevole movimento di aggregazione in cooperative che si fanno carico di finanziamenti ed investimenti. E’ anche vero, che come tutti gli stati dell’Est esistono pochi operatori con forti liquidita’ che acquistano quantità notevoli di terreni da famiglie povere. Quindi non è difficile trovare anche grossi latifondisti anche titolari di 10.000 ettari seminativi.

La Proseme, società controllata dal più grande Consorzio Agricolo Italiano – AGRINORDEST, cerca di mantenere la propria identità di autonomia operativa, con una ricerca tutta italiana e con sede al centro della Sicilia ove è dislocato anche il pastificio Cerere che puo’ vantare di essere tra le pochissime aziende italiane produttori di pasta con grano italiano.

L’obiettivo è quello di garantire alle aziende agricole una produzione soddisfacente in qualità e quantità per l’ottenimento di un reddito aziendale.

“ La nostra società, guarda con attenzione tutto il movimento che insiste sui grani antichi, anche se personalmente ritengo che è un progetto rivolto per un mercato di nicchia. Vorremmo anche capire il mercato degli OGM sul quale oggi traspare un enorme interesse delle multinazionali che sono leader anche dei fitofarmaci che controllano le malattie delle piante. La nostra società, ma anche tutto il nostro gruppo, si pone invece al servizio di tutte le aziende agricole e per l’industria agroalimentare nell’ambito delle filiere tracciate “

Naturalmente la sfida con i competitor del settore è estremamente dura. E’ di questi giorni la notizia che CHEMCHINA per 43 miliardi di dollari ha acquisito SYNGENTA, il maggiore concorrente di mercato sul seme di grano duro e produttore di fitofarmaci. La notevole differenza tra la mission delle due aziende è quella che, mentre Proseme continua la sua ricerca tradizionale fatta di incroci di varietà del mercato, soprattutto locale, per una certificazione di filiera e di prodotto, il concorrente ha espressamente dichiarato che volgerà molto attenzione alla ricerca OGM. Del resto lo Stato Cinese a fronte della crescita demografica del suo paese è proiettato in investimenti nel mondo che possano soddisfare i consumi della sua popolazione.

Staremo a vedere come finirà la sfida tra Davide contro Golia.

Visite: 676

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI