Agira, interrogazione del consigliere Macchione su Opera Pia Casa Diodorea

Durante i lavori del prossimo consiglio comunale verrà trattata un’ interpellanza del consigliere Ignazio Macchione in merito alla gestione del patrimonio dell’ Opera Pia Casa Diodorea presieduta dall’ Avv. Giuseppe Gullotta.

Nell’ interpellanza rivolta al sindaco, tenuto conto che designa tre componenti in seno al consiglio di amministrazione il consigliere Macchione chiede come siano gestiti gli immobili dell’ Opera Pia alla luce di una recente circolare regionale a firma della dirigente regionale dott.ssa Maria Antonietta Bullara.

Nella circolare vengono evidenziati i principi di trasparenza e le modalità di utilizzo dei beni in possesso delle Opere Pie.

Nello specifico secondo un parere dell’ ufficio legislativo e legale della presidenza della regione siciliana, citato nella circolare,  si dispone che ogni alienazione dovrà avvenire nel rispetto delle procedure di evidenza pubblica e che i proventi siano utilizzati per strutture strumentali all’ attività istituzionale.

Nella circolare anche il comodato uso gratuito può rappresentare un danno erariale in quanto infruttifero per le finalità del bene stesso.

Attualmente il consiglio di amministrazione è composto dall’ Avv. Giuseppe Gullotta presidente, a dai consiglieri Bruno Angelo, Antonio Moscella designati dal sindaco , Francesco Ferro designato dalla prefettura, Antonino Travagliante designato dalla regione.

Gli immobili dell’ ente comprendono numerose strutture, appartamenti, terreni e un edificio sito a Torino adibito a usi civili e commerciali.

Tenuto conto che l’ opera Pia non dispone di personale stabilizzato si avvale della collaborazione amministrativa del dipendente comunale Dott. Nunzio Mineo e dell’ ufficio tecnico comunale diretto dall’ ing. Guido Gagliano.

Nell’ interpellanza viene evidenziata l’ azione posta in essere dal consiglio di amministrazione in modo particolare nell’ utilizzo dei beni immobili a favore di attività didattiche e giovanili.

“Mi auguro che durante il prossimo consiglio comunale – ha detto il consigliere Ignazio Macchione – il sindaco possa relazionare in merito alla gestione del patrimonio dell’ ente pubblico che per specifiche finalità ha lo scopo di garantire l’ assistenza socio-sanitaria ai soggetti in stato di bisogno, l’ opera pia dispone di un patrimonio non adeguatamente valorizzato, l’ attuale consiglio di amministrazione designato dal sindaco – ha detto Macchione – dopo la mia interpellanza deve notiziare il sindaco sulla gestione improntata alla normativa che regola gli enti pubblici, mi auguro  – ha detto Macchione – che il sindaco saprà fornire i dovuti chiarimenti, in caso contrario mi riservo di promuovere le successive azioni volte ad accertare eventuali responsabilità con l’ ausilio dei soggetti istituzionali preposti al controllo e alla vigilanza in materia”

Il consigliere Macchione ha presentato un’ altra interpellanza per conoscere le destinazioni delle cappelle cimiteriali attualmente chiuse e pericolanti e quelle non edificate dai privati nonostante siano state da tempo concesse le relative autorizzazioni

Visite: 1494

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI