Affrontare non pochi problemi per dare un futuro migliore in particolare ai bambini e farlo sempre con l sorriso. Gogòl arriva anche all’ennese in Madagascar Tony Vasco

Un progetto che quando è stato avviato sembrava quasi in sogno impossibile. Ma invece da 10 anni giorno dopo giorno va sempre più concretizzandosi grazie anche al sorriso. E’ con questo modo di fare che da circa un decennio l’ennese Tony Vasco abbandonando la sua vita abbastanza agiata e comoda di Enna porta avanti con l’associazione di volontariato Omeo Bon Bon con sede a Ferrara dei progetti umanitari per le popolazioni in particolare i bambini delle zone interne del Madagascar. E per questo motivo non poteva non gli si poteva non riconoscere il ruolo di “testimone del sorriso nel mondo” divenendo di fatto anche lui “Ambasciatore” di Gogòl. La consegna alla sua persona dell’omino giallo anche se momentaneamente a “distanza” domenica sera un teatro Garibaldi che ha fatto registrare il tutto esaurito in occasione del concerto per raccolta fondi per finanziare i suoi progetti organizzato dal Coro Lirico Sinfonico Città di Enna, con la collaborazione dell’Associazione Musicale Peppino Salamone ed coro di Voci Bianche. A ritirare il Gogòl per lui il medico Livia Iacono referente a Enna per Tony e la sua associazione e consegnato dai responsabili del Coro Lirico Sinfonico Città di Enna il soprano il soprano Luisa Pappalardo ed direttore del coro e Alessandro Maccari. Numerose le attività che l’Associazione Omeo Bon Bon, che in malgascio significa “mi dai una caramella”, porta avanti in quell’isola, come la realizzazione di una casa famiglia per bambini abbandonati per strada ospitandone una trentina stanzialmente mentre un altro centinaio la frequentano durante il giorno andando anche a scuola. Ma la struttura oggi in affitto è diventata molto stretta e così Tony da diversi anni ha avviato una campagna di raccolta fondi per l’acquisto del terreno e la realizzazione della struttura. I lavori sono a buon punto ma non ancora terminati. Tra i servizi offerti a questi bambini da due anni anche quello della mensa della scuola pubblica del Comune Rurale di Vohiposa. Tony spiega che il progetto si inserisce nella programma di garanzia per una educazione per tutti e vede la partecipazione concreta della Associazione Omeo Bon Bon e dell’Associazione Miaraka, associazioni che intervengono nella regione di Fianarantsoa per attivare progetti di reinserimento scolastico e di garanzia dei diritti fondamentali dei bambini. L’anno scorso c’è stato anche un contributo straordinario da parte della Associazione Italiani in Madagascar (AIM) con sede a Antananarivo.

Visite: 957

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI