A Pergusa celebrata la Giornata Mondiale della Biodiversità

Giornata Internazionale della Biodiversità celebrata al Lago di Pergusa

È stata celebrata al Parco Proserpina, presso la Riserva Naturale del Lago di Pergusa, la Giornata Internazionale della Biodiversità con la partecipazione di oltre 300 alunni delle Scuole di Enna oltre a insegnanti, genitori e vari ospiti. Il Parco si è trasformato in una galleria di esposizione di cartelloni con disegni e foto realizzati dagli studenti, di dolci realizzati insieme ai loro genitori e di ortofrutta varia.

La manifestazione è stata organizzata dall’Università “Kore” di Enna e patrocinata dal Libero Consorzio Comunale di Enna ente gestore della riserva naturale, dall’Azienda Foreste Demaniali di Enna, dal Comune di Enna, dall’ARPA di Enna e dall’INFEA della Regione Siciliana.

Con tale evento si è concluso il progetto annuale di Educazione Ambientale “La biodiversità: Scopriamo quella del nostro territorio”, condotto dalla Kore presso la Scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado degli Istituti Comprensivi “F. P. Neglia-N. Savarese”, “E. De Amicis” e “Santa Chiara”, diretti rispettivamente da Silvia Messina, Filippo Gervasi e M. Concetta Messina. Il progetto ha coinvolto altresì il Centro Provinciale Istruzione Adulti, diretto da Giovanni Bevilacqua, all’insegna del valore anche della diversità culturale; infatti vi hanno partecipato i ragazzi “minori migranti non accompagnati” ospiti del Centro di Accoglienza di Pergusa.

La Giornata Internazionale della Biodiversità viene celebrata in tutto il mondo ogni 22 maggio, per istituzione nel 2000 dell’Assemblea Generale dell’ONU, ed ha lo scopo di ricordare che biodiversità è sinonimo di varietà, di equilibrata complessità, della coesistenza di svariate forme di vita, tutte utili reciprocamente e selezionate nel corso dei millenni; ha altresì lo scopo di aumentare la consapevolezza che la biodiversità è continuamente minacciata: inquinamento, introduzione di specie aliene, perdita e frammentazione degli habitat e cambiamenti climatici e che, quindi, occorre tutelarla anche adottando comportamenti responsabili da parte di tutti.

Il tema del 2017 è «Biodiversità e Turismo Sostenibile». Questo tema, che è stato scelto poiché il 2017 è stato proclamato dall’ONU Anno Mondiale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo, per sensibilizzare l’opinione pubblica anche sul fatto che la biodiversità, a livello delle specie e degli ecosistemi, costituisce una base importante per molti aspetti del turismo; un settore turistico ben gestito, grazie ai ricavi del turismo stesso, può contribuire in modo significativo sia alla crescita economica che alla conservazione e all’uso sostenibile della biodiversità.

“La biodiversità è il pilastro della salute del nostro pianeta: se la varietà della vita è più ampia, ogni ecosistema reagisce meglio agli stimoli negativi; infatti, diversità significa ambiente più resiliente, cioè capace di riprendersi dopo uno stress, perché se nell’ambiente ci sono tante specie che svolgono lo stesso lavoro e ne sparisce una, le altre potranno sopperire, invece se c’è ne una sola l’ambiente perderà energia. Il nostro progetto, tra gli obiettivi, si pone la promozione di una cultura ambientale al passo con le sfide della contemporaneità e di favorire nei partecipanti lo scambio di esperienze ed emozioni in tale ambito, contribuendo a rafforzare le competenze ambientali e pedagogiche necessarie per comprendere e contrastare l’attuale transizione ecologica” ha dichiarato Rosa Termine biologa della Kore.

Gli alunni, infatti, nell’Anno Scolastico hanno lavorato anche per sensibilizzare la collettività al valore della diversità biologica, promuovendo azioni responsabili come piantare alberi e arbusti; loro lo hanno fatto nel giardino della scuola. Inoltre, durante la celebrazione, hanno adottato e messo a dimora nel Parco Proserpina delle piante tipiche dell’area mediterranea, esponendo alcune peculiarità di ciascuna pianta, al fine di trasmettere il valore della flora locale.

Alla manifestazione sono intervenuti Enzo Buscemi e Carlo Barile dell’Azienda Foreste Demaniali con i saluti del Dirigente Provinciale Ettore Foti, Rinaldo Masuzzo e Vittorio Castrianni dell’Ispettorato Forestale, Paolo Di Venti Assessore del Comune di Enna, Abubacar, Ibrahima e Raymondo studenti rappresentanti del CPIA e Guendalina Salomi, studentessa del Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria dell’Università Kore, che sta contribuendo a mediare il confronto sulla diversità culturale tra alunni ennesi di scuola primaria e gli studenti del CPIA.

Visite: 517

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI