A Natale LA MESSA DI MEZZANOTTE, MERAVIGLIOSAMENTE SCOMODA.

“Aspettare la mezzanotte e festeggiare l’arrivo del nuovo anno, fino a notte inoltrata, va bene, non c’è alcun problema, ma andare in chiesa per la messa di mezzanotte ci risulta un po’ scomodo”.

Già da qualche anno, qua e là in varie parti d’Italia la messa di mezzanotte è stata anticipata di qualche ora, per motivi pratici, ma così facendo non ci stiamo perdendo qualcosa?

Dietro ad alcune motivazioni pratiche, si nasconde in realtà il vero volto del Natale consumistico, superficiale, fatto di luci, regali e grandi abbuffate. Troppo scomodo andare in chiesa quando, c’è la cena da preparare e servire, scambiarsi regali e spacchettarli e …

Con un Natale confezionato e vissuto così, si può far festa anche senza il festeggiato.

Per quale motivo si dovrebbe mantenere la messa della notte di Natale? Perché dobbiamo uscire dalle nostre case, non certo perché non sappiamo cosa fare, ma perché non riusciamo a resistere al fascino e al mistero di questa notte, nella quale Dio ci raduna non per recitare il Natale ma per farlo succedere di nuovo nella nostra vita e nella nostra carne, cioè questo magnifico incontro di Dio con l’umanità.

Partecipare alla Messa di Mezzanotte? è così importante perché vuol dire “VIVERE” attraverso la liturgia della chiesa, il grande mistero dell’Incarnazione, come contemporanei dell’evento salvifico che viene celebrato.

Infatti, nella liturgia, attraverso l’azione sacramentale della chiesa, veniamo proiettati davanti la mangiatoia, per ammirare nel neonato bambino il grande mistero di Dio che si fa uomo, il grande mistero dell’Amore di Dio per l’umanità, un evento straordinario, meraviglioso, che va oltre la ragione,

Dinnanzi a un così grande mistero il minimo che possiamo fare è “svegliarsi dal torpore” e dare a questo evento l’attenzione che merita.

La Venuta di Gesù, richiede che anche noi ci svegliamo dal sonno per accoglierlo, per andare da Lui, come fecero i pastori, che vegliavano il gregge ed accorsero per andare a vederlo.

Gesù viene nel buio della notte, e ci chiede di lasciare ciò che è comodo e andare, anche se ancor sonnolenti in chiesa, per annunciare al mondo la nostra gioia, la nostra fede nel mistero trascendente della sua Incarnazione, ed inginocchiarci davanti a Lui per cantare con gli angeli del cielo il nostro gloria al re appena nato.

Penso che valga la pena svegliarsi per una cosa del genere.

Francesco Gatto

Visite: 386

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI