A Napoli Scholas Occurrentes per l’integrazione e l’inclusione sociale

A Napoli Scholas Occurrentes
per l’integrazione e l’inclusione sociale
La Fondazione promossa da Papa Francesco firma un accordo per diffondere sicurezza e legalità favorendo la formazione di una coscienza civile.
Nella foto: Il direttore di Scholas Occurrentes, José María del Corral, e il Generale Corpo d’Armata Rosario Castellano
Napoli, 25 settembre 2018 – Lo scorso giovedì, presso i saloni del Circolo Unificato di “Palazzo Salerno” è stato firmato l’accordo quadro tra il Comando delle Forze Operative Sud, la Regione Campania, l’Arcidiocesi di Napoli e la Fondazione Pontificia Scholas Occurrentes, per promuovere sinergie volte al contrasto della dispersione scolastica e favorire l’integrazione e l’inclusione sociale. Proprio la missione di Scholas Occurrentes, l’Organizzazione Internazionale di Diritto Pontificio presente in 190 paesi con una rete che comprende 446.133 scuole e reti educative, da anni è rivolta verso la trasformazione del mondo in un’aula senza pareti, senza confini, dove la diversità unisce e accoglie studenti di scuola pubbliche e private, di tutte le confessioni religiose e laiche in un contesto di pace.

Sono intervenuti a Palazzo Salerno il Comandante delle Forze Operative Sud, Generale Corpo d’Armata Rosario Castellano, il Presidente della Regione Campania, On. Vincenzo De Luca, Mons. Sanchez de Toga, Sottosegretario al Pontificio Consiglio della Cultura del Vaticano, il Direttore dell’Ufficio per la Pastorale Scolastica dell’Arcidiocesi di Napoli, Don. Francesco Rinaldi che ha portato il saluto e la benedizione dell’Arcivescovo di Napoli Cardinale Crescenzio Sepe, e Josè Maria Del Corral con Enrique Palmeyro rispettivamente Direttore mondiale e Presidente di Scholas Occurrentes.
“Per noi è un onore essere parte di questo grande accordo e contribuire alla realizzazione del “patto educativo” proposto da Papa Francesco, potendo unire le forze governative (in questo caso la Regione) con le comunità educative, l’Arcivescovato e le Forze Armate – ha dichiarato Del Corral – perché tutti insieme facciano il possibile affinché gli studenti ricevano un segnale coerente che li porti alla pace e all’armonia.” Ha moderato l’evento Gianfranco Coppola, Vice Presidente Nazionale Unione Stampa Sportiva Italia, ribadendo più volte lo scopo dell’incontro: prevedere lo sviluppo di servizi socio-educativi, attività di orientamento, continuità e sostegno alle scelte dei percorsi formativi e l’implementazione di progetti sportivi, compresa l’attivazione di nuove strutture in aree depresse e densamente popolate. I partner si attiveranno, inoltre, per diffondere sicurezza e legalità, favorendo la formazione di una coscienza civile, finalizzata al contrasto di ogni forma di discriminazione, marginalizzazione e disagio sociale, oltre che elaborare strategie per prevenire il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo.
Alla firma hanno partecipato anche gli studenti napoletani parte del programma Scholas.Cittadinanza. Un momento molto commovente quello vissuto durante il coinvolgimento della giovane sedicenne Lia Passione della scuola Vittorio Emanuele II che ha raccontato la sua esperienza all’interno dell’Organizzazione e il cambiamento che questa ha generato nella sua vita: “Ogni ragazza o ragazzo ha messo in Scholas un po’ di sé. Io mi sono sentita travolta da un onda piena di amore e spensieratezza, ho descritto la Fondazione proprio con questa parola, “spensieratezza”. Perché Scholas è questo! Sentirsi liberi e senza pensieri, senza alcun limite ma con la consapevolezza che quel percorso ti segna e te lo porterai dentro per tutta la vita.”

***
Scholas Occurrentes
Scholas Occurrentes è un’organizzazione Internazionale di Diritto Pontificio creata per volontà di Sua Santità Papa Francesco. Già presente in 190 paesi, attraverso la sua rete integra più di 446.000 scuole e reti educative. La sua missione è favorire l’integrazione di tutti gli alunni del mondo attraverso proposte artistiche, sportive e tecnologiche che promuovono l’educazione a partire dalla “cultura dell’incontro”.

Visite: 156

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI