A.I.S.M. “Liberi di Andare” ad Enna per dire NO alle BARRIERE ARCHITETTONICHE E CULTURALI. A.I.S.M. (Associazione Italiana Sclerosi Multipla)

A.I.S.M. “Liberi di Andare” ad Enna per dire NO alle BARRIERE ARCHITETTONICHE E CULTURALI.
A.I.S.M. (Associazione Italiana Sclerosi Multipla)
Tavola Rotonda organizzata nell’ambito del progetto “Liberi di Andare”.

Lo scopo dell’incontro di oggi è stato raggiunto: sono state gettate le basi per creare un contesto di inclusione nei confronti di tutti e di responsabilizzazione dell’intera comunità per una società libera da qualsiasi tipo di barriere.

Un centro polifunzionale pieno quello che stasera ha assistito alla Tavola Rotonda contro le Barriere architettoniche e culturali fortemente voluto dall’AISM e da numerose associazioni presenti sul territorio. Tante le proposte che sono state fatte per rendere la città fruibile anche ai diversabili.
Un momento di confronto, dunque, che ha gettato le basi per azioni che mirano ad abbattere sempre di più le barriere culturali ed architettoniche.
Ad aprire i lavori Luca Sanfilippo, presidente provinciale Aism Enna il quale, dopo una definizione di barriera architettonica e non ha introdotto la Carta dei diritti dell’Aism su cui poi ne ha approfondito alcuni aspetti la dr.ssa Maria Grazia Anzalone, vice presidente AISM. Tra i punti maggiormente analizzati, particolare attenzione la dr.ssa Anzalone ha posto sul diritto all’autodeterminazione e sul diritto all’inclusione.
L’incontro, moderato dalla giornalista Manuela Acqua, ha poi visto l’intervento del dr. Marco Milazzo, presidente dell’associazione Vita21Enna. Il dr. Milazzo ha posto il focus sulle barriere

culturali e sulla necessità di intervenire su di esse, per eliminarle, al fine una nuova realtà “a misura di tutti”.

Visite: 201

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI