A “Festa a Vico 2018” l’arancino 100% siciliano dell’ennese Rosario Umbriaco.

A “Festa a Vico 2018” l’arancino 100% siciliano di Rosario Umbriaco.
Tra gli chef chiamati a raccolta da Gennaro Esposito per la 16^ edizione della kermesse l’artigianalità made in Sicily firmata da Umbriaco. Lo chef ennese sarà presente alla serata conclusiva “Il Cammino di Seiano”.

Dopo l’invito dei fratelli Cerea lo scorso anno al ristorante “Da Vittorio” nella serata dedicata agli artisti dello street food, gli arancini di Rosario Umbriaco seducono anche il palato dello chef bistellato Gennaro Esposito, ideatore e curatore della manifestazione “Festa a Vico”, giunta quest’anno alla 16^ edizione e ormai divenuta appuntamento fisso per il mondo della gastronomia.
È stato lo stesso chef Esposito ad invitare Rosario Umbriaco dopo una sua visita avvenuta qualche mese fa alla Tavola Calda ad Enna. Colpito dalla precisione del lavoro artigianale e dall’ottimo gusto, ha voluto che fossero i suoi arancini a rappresentare la Sicilia per la serata conclusiva di “Festa a Vico 2018” dal titolo “Il Cammino di Seiano”, in programma il 5 giugno prossimo a Marina di Seiano. Per l’occasione, Rosario Umbriaco proporrà ai partecipanti l’arancino 100% siciliano, espressione della polivalente ricchezza dell’agroalimentare dell’isola e capace di racchiudere in un solo morso storia, cultura e tradizioni sicule.
L’arancino 100% siciliano che Rosario Umbriaco proporrà agli ospiti della serata è preparato con riso di Leonforte (Enna) cotto in percentuale di acqua di Mare di Sicilia, condito con estratto di pomodoro di San Cataldo (Cl), zafferano ennese, piselli freschi di stagione, burro delle Madonie, olio extravergine d’oliva di Chiaramonte Gulfi, stracotto di carne di bovino adulto allevato al pascolo nel territorio ennese, rosolato con cipolla di Giarratana e carota di Ispica, entrambe Presidi Slow Food. La panatura croccante è frutto di un mix di farine siciliane di Maiorcone, Perciasacchi e Russello.
Si tratta di un prodotto simbolo della tradizione siciliana dove ogni elemento è espressione di un modo lento, attento e artigianale di lavorare: dal riso lavorato ancora a mano e fatto raffreddare sul piano di marmo come tramanda la tradizione, allo stracotto di carne tagliata al coltello, dove proprio attraverso il lento scorrere del tempo si esprime la cura di Umbriaco, attento alla valorizzazione degli ingredienti della sua terra e premuroso verso chi li mangerà.
Ad affiancare Umbriaco nella preparazione degli arancini per l’occasione, sarà il Presidente dell’associazione Cuochi Ennesi Carlo Mantegna.
La manifestazione si svolgerà dal 3 al 5 giugno per le strade di Vico Equense (Na) e coinvolgerà i più importanti chef italiani quali, oltre lo chef Esposito, Cannavacciuolo, Bowerman, Bottura, Cracco, Bobo e Chicco Cerea solo per citarne alcuni. Il ricavato delle tre serate sarà integralmente devoluto in beneficienza.

Visite: 415

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI