L’I.C. “E. De Amicis” di Enna incontra la stampa ecosostenibile

L’I.C. “E. De Amicis” di Enna incontra la stampa ecosostenibile

Uno spazio grande quanto quattro campi di calcio quello che ospita lo stabilimento ETIS (Edizioni Tipografiche Siciliane) presso la zona Industriale di Catania. In un capannone dove qualche decennio fa venivano ancora prodotti e assemblati vagoni ferroviari ha sede attualmente il principale centro di produzione di quotidiani di tutto il Sud Italia. Da “La Sicilia” a “La Repubblica”, da “La Stampa” ad “Avvenire”, da “Italia Oggi” a “Milano Finanza” ogni notte, intorno all’una e mezza, le copie stampate sono pronte per essere distribuite in tutta la Sicilia e in gran parte della Calabria.
Una velocità di 70-80mila copie stampate al giorno quelle della macchina rotativa. Così ogni giorno, e per 359 giorni all’anno, lo stabilimento mette in funzione le proprie macchine alla velocità della luce, ma sempre con un’attenzione all’ambiente e all’ecosostenibilità. «Tutta la carta che viene usata in questo stabilimento per la produzione dei nostri quotidiani è 100% carta riciclata proveniente da paesi molto attenti alla cultura dell’ambiente e dell’ecosostenibilità, come la Svezia e la Norvegia, lavorata poi in Francia e riutilizzata infine da noi, per far giungere le notizie in formato cartaceo nelle nostre case!» ha voluto chiarire la dott.ssa Letizia Ravidà, che mercoledì mattina ha accolto una delegazione dell’I.C. “E. De Amicis” di Enna in visita allo stabilimento. Le classi 1A e 1E, accompagnate dalle Prof.sse Giuliana Maria Amata e Francesca Fonte e dal Prof. Dario Gitto, portano così a compimento un percorso iniziato durante l’anno scolastico con il “Progetto Giornalismo” tenuto nelle due classi in cooperazione dalle Prof.sse Francesca Fonte e Filippa Ilardo e con il “Premio Letterario Emanuele Fonte”, per il quale sta concorrendo la classe 1A e che si concluderà nel mese di maggio.
Gli alunni non hanno esitato a tempestare la giornalista di domande e curiosità e, insieme ai docenti accompagnatori, hanno con grande stupore scoperto i segreti che stanno dietro ai macchinari, alla produzione e alla distribuzione stessa dei nostri quotidiani. Una piccola macchina del tempo, insomma, un viaggio verso il futuro, a contatto con macchinari giganteschi e super-performativi, ma sempre con un’attenzione all’ambiente da tutelare!

Giuliana Maria Amata

Visite: 428

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI