Enna giovedì prossimo alla Sala Cerere proiezione video “La guerra è tutta strana”

La guerra è una costante del nostro mondo. Dopo le due immani tragedie delle due guerre mondiali novecentesche, ancora oggi sono in atto decine di guerre sparse per il pianeta. La guerra è tutta strana, il documentario di Angelo Barberi e Sebastiano Pennisi, partendo dalla memoria di alcuni reduci della seconda guerra mondiale, prova ad indagare qual è l’idea della guerra tra ragazzi, giovani o anche adulti che non ne hanno avuto esperienza e metterla a confronto con il vissuto della guerra, non solo dei vecchi reduci ma anche dei migranti che fuggono dalla guerra o dei giovani italiani impegnati in missioni militari all’estero.
Rifiutare la guerra, provarne orrore è un sentimento diffuso, eppure la guerra rimane una credibile soluzione ai conflitti, una pratica diffusa. Certamente il ruolo degli Stati, degli eserciti, delle armi rappresenta una spinta potente nel ricorso al conflitto armato. Ma bisognerebbe anche comprendere il ruolo ideologico della costruzione del nemico, della paura dell’altro, della difesa del proprio status e delle proprie identità, vere o presunte che siano, in un contesto competitivo e conflittuale come il nostro.
“La guerra mi sa di interesse economico – dice un giovane studente liceale immigrato dall’Egitto e conclude – noi fino in fondo non capiremo mai che cos’è la guerra, i nostri governanti lo sanno”. Che non vuol dire soltanto che sono i governi a decidere le guerre e a conoscerne le ragioni imperscrutabili, ma sottolinea anche l’importanza dell’azione dei meccanismi sociali del consenso che le rendono praticabili.
La guerra è tutta strana è una frase pronunciata da una bambina di quinta elementare e sembra voler dire che la guerra è estranea, straniera all’uomo e che l’uomo in guerra è estraneo, straniero a se stesso.
Il documentario verrà proiettato giovedì 21 marzo 2019 ore 19, 00 Sala Cerere Enna. Ingresso libero

Visite: 366

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI