Enna bagno di folla al Duomo per la festa di apertura del Grest

Un tripudio di pubblico che ha trasformato la piazza del Duomo in un vero stadio, un successo al di la di ogni più rosea aspettativa nella sera di venerdì per la serata inaugurale degli eventi previsti sino al 30 giugno dall’Associazione 360 il cui padre spirituale è Padre Rugolo e che di fatto hanno aperto il Grest. Momenti di preghiera e riflessione si sono alternernati a musica, dance di gruppo, gag, videoclip. La serata è stata arricchita dall’intervento musicale della band degli Isteresi, autrice dell’inno del Grest e che ha presentato il suo nuovo singolo.
Stasera Sabato 24 si continua: alle 21, spazio per il progetto speciale “Una donna venuta dal mare”, organizzato da don Rugolo, Elisa Di Dio, Silvia Vicari e Luca Manuli. Recitazione, musica, video e danza saranno gli ingredienti di un racconto che collega la storia di Maria di Nazareth (fanciulla e madre migrante) con la leggenda dell’arrivo della statua della Madonna della Visitazione a Enna (naufragata fra le onde e poi riconosciuta al porto di Messina) e l’attuale tragedia dei barconi di migranti nel mar Mediterraneo.
Si partirà con lo spettacolo “Mare amaro” (già applaudito all’interno della Settimana della Legalità di Enna), che vede protagonisti un gruppo di studenti dell’Istituto comprensivo Francesco Paolo Neglia, diretti dall’attore e regista professionista Franz Cantalupo. Il testo dello stesso Cantalupo e della docente Graziella Micalizzi ha le musiche originali del docente e musicista Egidio Puleo, eseguite dal vivo dagli alunni del corso musicale diretti da Puleo e da Anastasia Ferrara. A recitare sono Sara Anello, Alice Battaglia, Carlo Campanella, Gabriele Campione, Flavia Corazziere, Jacopo Gessaro, Beatrice Macaluso, Monica Menzo, Giada Mingrino, Betrice Rabbene, Mohamed Keyta e Marta Scravaglieri. A suonare sono Matteo Vasapollo, Anna Messina, Stefano Messina, Daniele Savasta, Mattia Macaluso e Alessandro Aveni.

Seguirà “Magnificat@tweet”, dialogo sulla Madre di Gesù scritto, diretto e interpretato da Elisa Di Dio della Compagnia dell’Arpa. Con lei i ragazzi del Progetto 3.0 e i bambini del 2.0, assieme a cinque ragazzi ospiti del centro di prima accoglienza “Santa Lucia” di Enna, sezione Minori non accompagnati, che citeranno anche le sure del Corano dedicate alla Vergine Maria. Sarà proiettato anche un video di Filippa Ilardo realizzato per il progetto Legalità. La regia video è di Silvia Vicari.

Chiude la “Danza dei tessuti” di Luca Manuli, performance di stoffe, musica, immagini e parole, realizzata da Giusy Severino e Ottavio Miuccio. Manuli racconterà nel linguaggio artistico che lui stesso ha creato la lunga odissea del simulacro della Madonna della Visitazione giunto a Enna nel 1412.

Visite: 1274

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI