Settore Gas – Acqua, domani giornata di sciopero

Dopo l’esito negativo presso il ministero del Lavoro del tentativo di conciliazione, Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec Uil hanno indetto per venerdì 17 marzo una giornata di sciopero in tutto il settore gas-acqua (interessati oltre 45 mila lavoratori) per il rinnovo del contratto nazionale, scaduto il 31 dicembre 2015.
Contestualmente i sindacati di categoria hanno dichiarato lo stato di agitazione con conseguente sospensione di ogni prestazione straordinaria, unitamente al blocco delle relazioni sindacali in tutto il settore.
“È inaccettabile che dopo 14 mesi di trattative le proposte delle associazioni imprenditoriali siano del tutto sproporzionate e peggiorative, sia sotto il profilo normativo, che sotto l’aspetto salariale”, dicono Pietro Arena, Francesco Emiliani e Filippo Manuella, rispettivamente segretari provinciali di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil.
I sindacati hanno, quindi, programmato, sul tutto il territorio nazionale, assemblee nei luoghi di lavoro, presidi di fronte alle aziende e iniziative di mobilitazione finalizzate a sbloccare il negoziato per il rinnovo del contratto nazionale.
A Enna i lavoratori della Società Acquaenna formeranno un presidio davanti alla sede centrale dell’azienda di gestione del Servizio idrico, così come deciso nel corso dell’assemblea svoltasi il 15 marzo u.s. (di cui si allega foto).

LE SEGRETERIE PROVINCIALI

FILCTEM CGIL FEMCA CISL UILTEC UIL

Visite: 291

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI